La vetrofusione

La nostra tecnica di produzione viene chiamata "vetrofusione" ed utilizza dei forni elettrici per la fusione dei componenti di vetro.

Le parti che utilizziamo di piu', per creare e dare personalita' ai nostri articoli, sono le murrine, canne di vetro dello spessore che va dai pochi millimetrio fino ad alcuni centimetri, che contengono al loro interno un disegno, un pattern, lungo tutto il loro volume.

Attraverso queste murrine, unitamente a  semplici canne di vetro colorato, viene fatta la composizione dell'articolo.

 

 

 

 

 

 

Queste murrine, generalmente del diametro di 5/6 millimetri, vengono prima tagliate in sezione, in modo da ottenere dei pezzi di altezza intorno ai 5/6 mm, e successivamente   posizionate , unitamente al altre canne di vetro colorate, su  degli stampi di materiale resistente alle alte temperature, all'interno dei forni elettrici. Il lavoro di posizionamento delle murrine richiede pazienza e perizia, perche' questi piccoli tasselli di vetro devono essere disposti secondo il disegno che dovra' essere realizzato, senza lasciare spazi troppo ampi tra murrina e murrina; una sola murrina non perfettamente posizionata,  puo' compromettere  la realizzazione di un piatto del diametro di 22 cm, per ultimare il quale sono necessari almeno 50 minuti per posizionare i singoli tasselli! (Oltre al tempo necessario per studiare l'articolo e per scegliere e tagliare le murrine)

 

 

 

 

Per le nostre composizioni utilizziamo anche sottilissime foglie di vero oro oppure argento, che posizioniamo tra due lastre di vetro, come si puo' notare nelle foto che ritraggono, unitamente alle foglie di metallo prezioso, anche altri due tipi di vetri speciali: 

l' "avventurina", costituita da scaglie di pietre marroni luminenscenti, e "calcedonio" , una mescolanza di colori con sfumature grigie, viola e verdi, che utilizziamo in scaglie posizionate tra due lastre di vetro.

Assieme ai componenti primari della lavorazione, sono fotografati due pendenti fatti proprio con quei materiali; si vede la colorazione di base dei pendenti, un mix di nero e calcedonio, con sfumature di foglia di oro che, durante la fusione , si e' parzialmente dissolta.

 

Canne di murrine circolare e quadrate, bianche e nere, concentriche
Murrine verdi quadrate e triangolari, diametro 1.2 cm e 7 mm.
Murrine circolari di 2 cm e quadrate, notare come il patter della murrina si sussegue lungo tutta la lunghezza della barra.

Murrine bianche e nere, posizionate  assieme a canne di colore ambra, rosso e nero, in modo ondulato, cosi' da formare un disegno che da' vita a quello che sara' un piatto di forma circolare, di 22 centimentri di diametro.

Murrine nere, bianche, blue e acquamare, posizionate per dar vita ad un piatto
Murrine verdi quadrate e triangolari, diametro 1.2 cm e 7 mm.
Murrine verdi quadrate e triangolari, diametro 1.2 cm e 7 mm.
Scaglie di avventurina, calcedonio verde/nero, lastra nera e cristallo 1 cm.

Il primo ciclo di cottura dure circa 8 ore, con questa fase viene fatta la prima fusione ed il prodotto ottenuto e' ancora grezzo, piatto, dovra' essere lavorato nella "moleria", in modo da smussarne le imperfezioni e da renderlo perfettamente circolare,sia che si tratti di  piatti che di pendenti, articoli che  dovranno subire un secondo ciclo di cottura.

Di seguito alcuni esempi di semilavorati, dopo il primo ciclo di fusione.

L'articolo dovra', quindi, esser lavorato alle macchine di moleria, sta al maestro vetraio applicare l'abilita' necessaria per rendere la superficie dell'articolo omogenea, dando la forma circolare, oppure ovale, che dovra' avere il prodotto finito.

Piastre  quadrate di 4 mm di altezza, con foglie di vero argento inserite tra due lastre di cristallo, unitamente a scaglie di avventurina e murrine tagliate in sezione. Queste piastre serviranno per produrre componenti piu piccoli, come pendenti ed orecchini.

Mosaici di 2*2 cm, di altezza 12 mm, pronti ad essere fusi  assieme, nel secondo ciclo, per realizzare cornici oppure orologi.

Gli articoli, una volta tagliati nella forma richiesta e  smussati, vengono sottoposti ad una seconda cottura, che restituira' il prodotto pronto per la vendita.

Sotto, si possono osservare alcuni piatti circolari, del diametro di 20 centimetri

circa, dopo che  il secondo ciclo di fusione e' terminato e la temperatura interna al forno si e' normalizzata.

Si vedono anche delle cornici, fatte con foglia oro o argento fusa tra due lastre di vetro,  pronte per essere attaccate ai supporti in plexyglass, diventando cosi' cornici portaritratto.

Cornici  multicolour con foglia d'oro e di argento ed altri articoli multicolori 

De Biasi Murano Glass Productions

Crediamo nell' originale vetro di Murano.

Via Navagero 54/b

30141 Murano (VE)

ITALY

Tel 041-5274823

Cell. 339-6489112

www.debiasimurano.com

info@virgiliodebiasi.com

debiasicristiano@gmail.com